Lettori fissi

venerdì 24 febbraio 2012

Radicchio rosso di Treviso alla piastra

Quando ho deciso di avventurarmi in questa esperienza ero gia' partita con l'intenzione di condividere con voi ricette semplici, ricette di casa, piatti che si tramandano di generazione in generazione oppure che rischiano di andare perse. Non mi sognerei mai di mettere una ricetta sofisticata come quelle di grandi chef perchè non mi appartengono e allora?
E allora vi propongo una di quelle semplicissime ma che da quando l'ho scoperta è spesso presente sulla mia tavola.
Prendete un radicchio rosso di Treviso,togliete le foglie esterne,lavatelo e asciugatelo e tagliatelo in quattro parti.
Poi mettetelo sulla bistecchiera calda poggiando la parte interna,una volta che il radicchio è ben rosolato giratelo,salatelo e dopo un paio di minuti adagiate sopra fettine di formaggio che sceglierete a vostro gusto.
Per me ho messo fettine di scamorza affumicata, che adoro !!!
A mio marito,invece,con il gorgonzola! E voi che formaggio ci mettereste?



domenica 19 febbraio 2012

Frittelle sarde di Carnevale "Zippulas" o "Cattas" o " Frisjoli "

Queste frittelle vengono preparate in Sardegna durante il periodo di Carnevale e la ricetta cambia da zona a zona cambiando anche il nome.
In Sardegna per friggerle si usa un apposito imbuto con un lungo manico,ma qui in continente in mancanza di esso si puo’ usare una bottiglia di plastica tagliata a meta’ della quale useremo la parte con l’imboccatura.

La ricetta per queste frittelle è questa:
1 Kg. di farina 00
1 litro di latte
4 uova
3 cucchiai di zucchero
La scorza grattugiata di 2 arance e 2 limoni
Il succo di 4 mandarini
50 gr. di lievito di birra
1 bicchiere di acquavite
Zucchero semolato
Olio di arachidi

In un bicchiere sciogliere il lievito di birra con il latte tiepido.
In una grande ciotola sbattere le uova,unire lo zucchero,quindi il latte,le scorze grattugiate
degli agrumi,il succo dei mandarini,il bicchiere di acquavite e il lievito sciolto con il latte.
Mescolare tutto bene e cominciare ad unire la farina sbattendo con una frusta .
L’impasto deve risultare fluido ma non lento. Coprire e mettere a lievitare in luogo caldo per
un’ora.
Prendere una larga e profonda padella, versare tanto olio(circa quattro dita),far riscaldare
bene,quando cominciano ad affiorare bollicine è pronto e qui … comincia l’avventura:
con un mestolo prendere l’impasto e versarlo nella mezza bottiglia chiudendo l’apertura col
palmo della mano e cominciando dal centro della padella lasciar scendere l’impasto in senso
circolare andando verso l’esterno della padella.


Con molta attenzione e con l’aiuto di un mestolo forato e di una lunga pinza si gira la frittella e si lascia cuocere fino a che diventa di un bel colore dorato. 



Scolare su carta assorbente quindi
trasferirla su un vassoio e cospargere di zucchero semolato.



E dopo aver sparso zucchero dappertutto e unto ben bene la cucina tocca pure pulire ma questa volta ho trovato un alleato e meno male che c'era!!!
Di chi sto parlando? Ma di Emulsio-Sutter naturalmente!! Questa grande Azienda cosi' attenta alla salvaguardia dell'ambiente da inventare un modo per assicurare al nostro ambiente l'utilizzo di minor plastica possibile con le loro ricariche concentrate da diluire con l'acqua ed ottenere lo stesso risultato delle grandi confezioni di plastica cosi' ingombranti,pesanti nel trasporto e inquinanti.  Ho usato lo splendido sgrassatore che con poca fatica mi ha aiutato nella pulizia del piano cottura, del tavolo e del piano lavoro.
Poi con l'aiuto del detergente per pavimenti ho fatto una bella lavata in tutta la cucina e con il suo profumo ha eliminato anche l'odore di fritto. Grazie Emulsio...mio grande amico!!!

sabato 11 febbraio 2012

Pane di grano saraceno e Tang-zhong

Oggi giornata fredda e piovosa e nel resto d’Italia neve a volonta’…quindi niente di meglio che mettersi in cucina e sperimentare qualcosa da poter mettere in forno solo per avere la scusa per accenderlo!!
Non avevo mai provato il pane con la tecnica del Tang-zhong  né tantomeno impastato con la farina di grano saraceno gentilmente offerta da Store Valtellina…fate un salto nel loro sito…troverete tante bonta’ e alcune offerte imperdibili!!!
Torniamo a noi e se volete provare a fare questo delizioso pane dall’aspetto cosi’rustico seguitemi:
350 gr. di farina 0
150 gr. di farina di grano saraceno Store Valtellina
400 ml. di acqua tiepida
15 gr. di lievito di birra
140 gr. di Tang-zhong ===QUI
25 gr. di sale fino

Ho unito le due farine sulla spianatoia,ho fatto un buco al centro,ho messo il lievito sciogliendolo pian piano con l’acqua unendo anche la farina,ho messo il sale e il tang-zhong continuando ad impastare e a unire altra farina se serve,l’impasto è appiccicoso,tenete sempre le mani e la spianatoia cosparsi di farina,ho lavorato per una decina di minuti e messo a lievitare coperto in luogo caldo per 3 ore. Ho ripreso l’impasto e l’ho trasferito su una teglia coperto ancora per 4 ore,quindi l’ho infornato a 160° per un’ora .
Noi l’abbiamo gradito molto accompagnato con salsiccia e formaggi sardi…bè,si,lo confesso io anche con un mezzo bicchiere di buon Cannonau …e quanno ce vo’ ce vo’!!!^__^

mercoledì 8 febbraio 2012

Medaglie di patate

Un'altra ricettina svuota-frigo veloce veloce?
Eccola qua...basta avere:

2 patate lessate
2 uova
Mortadella
Salamino
Pane grattugiato
Sale
Pepe
Pecorino grattugiato
Olio di oliva per la frittura


E andiamo a prepararle cosi':

Passare le patate,sbattere le uova e metterne meta’ nelle patate,salare,pepare,aggiungere la mortadella e il salamino tritati e il pecorino grattugiato.
Formare delle polpette schiacciate e passarle nelle uova rimaste e poi nel pane grattugiato.
Friggere in poco olio girandole spesso.
Gia' fattoooo??? ^___^

Tovaglietta Greengate

giovedì 2 febbraio 2012

Torta all'arancia

Per il compleanno di mia figlia ho preparato questa torta,un pan di Spagna farcito con crema all'arancia .

Per il pan di Spagna andate qua .

Per la bagna analcolica all'arancia occorrono:
125 ml. acqua
200 ml. di succo d'arancia filtrato
50 gr. di zucchero

In un pentolino ho messo l'acqua col succo d'arancia e lo zucchero ,sul fuoco a fiamma bassa e appena cominciava a bollire ho spento,filtrato e lasciato raffreddare.

Per la crema all'arancia occorrono:
3 tuorli d'uovo
150 gr. di zucchero
150 ml. di succo d'arancia
la scorza grattugiata di un'arancia
30 gr. di farina
100 ml. di panna montata

In un pentolino ho sbattuto i tuorli con lo zucchero,aggiunto il succo d'arancia e la scorza grattugiata ,pian piano ho unito la farina mescolando con una frusta e l'ho messo sul fuoco a fiamma bassa fino ad addensarsi.
Ho spento e lasciato intiepidire,quindi ho unito la panna montata.


Ho tagliato il pan di Spagna in tre dischi,con un pennello li ho intrisi di bagna, farciti con la crema sovrapponendoli uno sull'altro e coprendo anche la superficie della torta con la crema rimasta .
Decorata con panna montata e buccia d'arancia e messa in frigo fino al momento di servire.

E per festeggiare abbiamo completato con un brindisi con l'eccezionale Jeio Cuvée Rosé delle Cantine Bisol 



 

blogger templates | Make Money Online