Lettori fissi

mercoledì 21 dicembre 2011

Torta di ricotta e pere Madernassa

Con questa strepitosa torta,un classico della tradizione campana,auguro a tutti voi un Natale soprattutto sereno,da trascorrere nel calore della famiglia in compagnia delle persone care!
Il mio personale pensiero va,come sempre,ai meno fortunati ,a coloro che trascorreranno queste feste in solitudine e poverta',agli ammalati costretti in un letto di ospedale,ai detenuti nelle carceri,ai ragazzi nelle comunita'nel tentativo di uscire dalle tossicodipendenze,a tutti coloro che trascorreranno questo giorno lavorando,ai volontari delle varie associazioni che con il loro prezioso aiuto alleviano le sofferenze del prossimo.

E passiamo alla ricetta!

X 2 basi-biscotto da 26 cm occorrono:
4 uova
140 gr. di zucchero
40 gr. di zucchero a velo
140 gr. di farina di mandorle Life
30 gr. di burro
60 gr. di farina 00

Separare i tuorli dagli albumi.Montare 3 albumi e aggiungere lo zucchero a velo.
Montare i tuorli con l'altro albume e lo zucchero fino a che diventa bello gonfio e spumoso,quindi unire la farina di mandorle e la farina 00.A questo punto unire il burro fuso e raffreddato e continuare a montare.
Unire al composto di tuorli gli albumi montati mescolando pian piano dal basso verso l'alto.
Imburrare e infarinare lo stampo (meglio quello a cerniera) e versarvi la meta' del composto,infornare in forno caldo a 200° per 10 minuti.Sformare,imburrare e infarinare nuovamente lo stampo e versarvi il rimanente impasto per il secondo biscotto.

Per il composto di pere io ho usato le pere Madernassa del Roero dell'Azienda Life, ne ho tagliate a pezzetti tre mettendo da parte il succo che ho trovato all'interno.

Per la farcia alla ricotta :
300 gr. di ricotta vaccina
300 gr. di panna montata non zuccherata
150 gr.di zucchero
1 baccello di vaniglia

Mantecare la ricotta con lo zucchero e i semi di vaniglia lavorandola per 5 minuti con la frusta elettrica e quindi unire la panna montata amalgamando delicatamente per non smontare.
Aggiungere i pezzetti di pere e mescolare.

Per la bagna alla pera :
100 gr. di acqua
70 gr. di zucchero
lo sciroppo delle pere

Bollire l'acqua con lo zucchero per mezzo minuto,raffreddare e aggiungere lo sciroppo di pere.

A questo punto passiamo ad assemblare la torta:
In uno stampo a cerniera mettere il primo disco di biscotto e bagnarlo con la meta' della bagna.
Versare la farcia di ricotta e pere e livellare bene.
Posizionare l'altro disco di biscotto e bagnarlo.
Mettere la torta nel congelatore per 2 ore ,quindi estrarla e spostarla nel frigorifero fino al momento di servire.
Decorare con zucchero a velo e una pera tagliata in quattro parti.
E' preferibile prepararla il giorno prima,il ripieno ha il tempo giusto per compattarsi bene!!

mercoledì 14 dicembre 2011

Pane alle patate con la MdP

Avendo la macchina del pane ho provato il pane alle patate ,è venuto sofficissimo!!

Queste le dosi per una pagnottina di circa 800 grammi:

300 ml. di acqua o latte
2 cucchiai di burro
1 uovo
90 gr. di patate bollite e schiacciate
1 cucchiaino di sale fino
2 cucchiai di zucchero
540 gr.di farina 0
7 gr. di lievito secco
Inserire nell'ordine gli ingredienti nella macchina del pane e impostare su "IMPASTO".
Quando è pronto prendere l'impasto e metterlo sulla placca del forno infarinata.
Infornare in forno caldo a 160°fino a che la superficie è bella dorata,all'incirca 45-50 minuti.

mercoledì 7 dicembre 2011

Risotto con carciofi

Non so voi ma io adoro i carciofi e in questo periodo ne faccio grandi abbuffate!!
E oggi ho deliziato il palato con questo risotto!!Buonooooo!!!

Ingredienti  per 4 persone:
300 gr. di riso Carnaroli (io ho usato il prelibato Riso Carnaroli La Pila)
4 carciofi
Brodo vegetale
Cipolla,aglio,olio,sale e prezzemolo

Ho pulito e tagliato a spicchi i carciofi immergendoli in acqua acidulata con limone.
Ho messo sul fuoco una pentola con olio,cipolla e aglio tritati e fatto soffriggere lievemente,ho quindi unito i carciofi lasciandoli cuocere a fuoco basso.Appena teneri ho unito il riso,lasciato insaporire e quindi continuata la cottura bagnando col brodo,ho salato e a fine cottura un bel trito di prezzemolo.ho spento il fuoco e lasciato riposare 5 minuti e quindi ho impiattato e...shhh...silenzio a tavola!!! ^__*

venerdì 2 dicembre 2011

Zuppa sarda con carciofi

L'ideale per questo periodo sono le zuppe e questa è una delle mie preferite,mangiata per la prima volta in Sardegna con carciofi sardi,quelli con le spine e insaporita con il finocchietto selvatico ,purtroppo quando la preparo qui a casa non ho la fortuna di avere questi due ingredienti ma rimane comunque una zuppa appetitosa!

Per 4 persone:
4 carciofi
2 patate
1 finocchio
finocchietto selvatico
olive nere (io metto quelle di Gaeta)
olio extra vergine d'oliva
cipolla,aglio,prezzemolo,sale e un dado da brodo.

Pulire i carciofi,tagliarli a spicchi e immergerli in una ciotola con acqua e limone.
Pelare le patate e tagliarle a tocchetti.
Togliere al finocchio la parte esterna,tagliarlo a spicchi e lavarlo.

In una pentola mettere l'olio,aggiungere la cipolla,l'aglio e il prezzemolo tritati e far soffriggere.
Unire i carciofi e il finocchietto,lasciar cuocere per una decina di minuti e a questo punto completare con le patate,il finocchio,le olive.
Salare,mettere il dado e acqua fino a coprire e lasciar cuocere a fuoco basso fino a che carciofi e patate sono teneri.

venerdì 25 novembre 2011

Oggi penne all'arrabbiata

Oggi vi propongo un tipico piatto della cucina romana,veloce e stuzzicante da accompagnare rigorosamente con un buon bicchiere di vino rosso corposo!
Per 4 persone :
300 gr.di penne
Un barattolo di Polpa Mutti in finissimi pezzetti
Olio extra vergine d'oliva
Aglio
Peperoncino( a volonta'!)
Pecorino romano grattugiato

In una padella mettere l'olio,l'aglio e il peperoncino(per la quantita' dipende dai gusti,se la volete piu' o meno ARRABBIATA!!!)
Lasciar soffriggere e rosolare l'aglio,versare la polpa di pomodoro e salare,lasciar cuocere per una mezz'ora coperto.
Cuocere la pasta ,scolarla e versarla direttamente nella padella con il sugo,amalgamare ben bene e spolverare con pecorino romano D.O.P.
Servire e...buon appetito!!

mercoledì 16 novembre 2011

Cheesecake di castagne e cioccolato




Una domenica,per tirare un po' su il morale in casa dei miei genitori ho preparato questo dolce,avevo trovato la ricetta su un opuscolo pubblicitario di un supermercato ed era perfetta per provare le castagne cotte e pelate che l'Azienda Life mi aveva inviato.


Vi metto la ricetta in originale e tra parentesi le mie modifiche,voi userete quella che piu' vi aggrada.

Ingredienti per uno stampo di 22 cm:
castagne cotte e pelate gr.200( 2 buste Life)
ricotta gr.300(250)
cioccolato fondente a scaglie gr.200
3 uova
2 yogurt naturali(250 gr. di panna fresca non zuccherata)
zucchero gr.100
burro gr.80
biscotti secchi al cioccolato gr 150(io gallette bianche)
8 marrons glacés(8 castagne Life )
un bicchiere di sherry(1 fialetta rum e vaniglia)

Tempo occorrente:40'+tempo di cottura

Preparazione:
Tritare finemente i biscotti.
In una casseruolina sciogliere il burro,aggiungere i biscotti e lo sherry e mescolare con cura con un cucchiaio di legno.
Versare il composto sul fondo di uno stampo a cerniera e livellarlo col dorso di un cucchiaio.
Cuocerlo in forno a 180° per 10'.A cottura ultimata,togliere dal forno e lasciar intiepidire.
Nel frattempo versare nel robot da cucina le castagne,la ricotta,le uova,lo yogurt e lo zucchero e lavorare fino ad ottenere una crema liscia e omogenea (mia mamma non ha il robot e ho lavorato con una frusta ).
Versare poi il composto nello stampo col fondo biscottato e infornare per 45'.
A cottura ultimata togliere dal forno e lasciar raffreddare;togliere poi delicatamente dallo stampo.
Versare il cioccolato a scaglie in una ciotola e scioglierlo nel microonde o a bagnomaria.
Ricoprire i marrons glacés con il cioccolato fuso e porli su un foglio di carta da forno ad asciugare.


Decorare il dolce con i marrons glacés al cioccolato.

martedì 15 novembre 2011

Rieccomi e...con una bella novita'!!

Salve a tutti,cari amici e amiche,dopo un periodo di forzata assenza,causa la rottura del femore di mio padre dovuta a una caduta con conseguente intervento e complicanze varie dovute all'avanzata eta', ritorno tra voi e con la bella notizia che ho vinto il mio primo contest! ^____^
Eh si...avevo partecipato al contest"Ricordi di viaggio" di Benedetta del blog "La nuez moscada".
Il tema del contest era un racconto di una gita o di un viaggio che era rimasto particolarmente impresso nel nostro cassetto dei ricordi legando a questo un piatto di quel momento!
Quando seppi di questo contest da nostalgica quale sono mi entusiasmai all'idea e scelsi di raccontare un viaggio di molti anni fa,quando i miei figli erano piccoli a Collodi,il paese di Pinocchio e legarlo a un piatto gustato in un ristorantino del posto che erano i "fusilli di Pinocchio"...e qui trovate il racconto!
Man mano che aumentavano i partecipanti con i loro racconti e piatti di ogni parte del mondo le mie speranze di vincere si affievolivano,poi la lontananza dal pc non mi ha permesso piu' di aggiornarmi e le preoccupazioni di quei giorni mi avevano fatto dimenticare il contest...fino al giorno in cui una mia cara amica mi ha mandato un sms in cui mi annunciava che avevo vinto il contest ,la pregai di mettersi in contatto per me con Benedetta,temevo che il mio silenzio fosse interpretato come una mancanza di rispetto nei suoi confronti.
Poi un giorno mi telefona mia figlia urlando"mamma è arrivata!!" e io "ma che cosa?" e lei "la valigia della Carpisa!!mamma che bella!è nera,grande e semirigida!"Era talmente contenta che non potei non dirle"se ti piace è tua,te la sei meritata"...per cosa? vi chiederete voi! Durante la mia assenza mia figlia si è caricata sulle spalle tutto l'andamento della casa e le saro' sempre grata per questo...e il regalo di Benedetta è arrivato proprio nel momento giusto!!
                        Ringrazio di cuore Benedetta e Carpisa per questo bellissimo regalo!!!

martedì 4 ottobre 2011

Radiatori alla genovese


Eh eh...mi viene da ridere...dal titolo sembrerebbe che ho cucinato i cosiddetti termosifoni...no...no...tranquille!E' solo un tipo di pasta della prestigiosa Azienda "Verrigni" ma voi potete usare quella che piu' vi aggrada,fettuccine,rigatoni e penne rigate sono i formati ideali per questo tipo di condimento di origine napoletana...grazie mamma per avermela insegnata!!
Passiamo alla ricetta? Si si...

Per il sugo serve un bel pezzo di girello di manzo(io preferisco il muscolo)
2-3 cipolle
sedano e carote
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe
2 bicchieri di buon vino bianco secco

Mi piace preparare questo sugo in un tegame di terracotta!
Nel tegame ho messo il pezzo di carne,l'ho coperto con le cipolle finemente affettate insieme alle carote e al sedano tritati,olio,sale,pepe e lasciato cuocere a fuoco basso e coperto fino a che la cipolla imbiondisce,ci vuole quasi un'ora.
A questo punto ho aggiunto i due bicchieri di vino e finita la cottura ancora per un'ora sempre a fuoco basso,il sugo deve risultare scuro.Condire la pasta ,impiattare e spolverare con abbondante parmigiano grattugiato.
La carne si puo' mangiare come secondo piatto accompagnata da una bella insalata mista!!

venerdì 30 settembre 2011

Mini strudel

Avevo due rotoli di pasta sfoglia che mi chiamavano dal frigorifero e ieri pomeriggio in quattro e quattr'otto ho preparato questi dolcetti che ho portato anche ad un'amica alla quale ho fatto visita!!
Alcuni li ho farciti con marmellata di albicocche e una mela e altri per quella golosona di mia figlia con la sua adorata Nutella!!
L'occorrente è:
due rotoli di pasta sfoglia
marmellata di albicocche (io ho usato la favolosa confettura extra biologica di Albicocche del Vesuvio di Casa Barone)
una mela
un cucchiaio di zucchero di canna (io ho lo zucchero bruno con fragranza di vaniglia BRONSugar)
un cucchiaio di succo di limone
due cucchiai di Nutella


In un padellino ho messo la mela sbucciata e tagliata a pezzettini piccoli piccoli,un cucchiaio di zucchero di canna BRONSugar e il succo di limone e ho lasciato cuocere qualche minuto fino a che lo zucchero si è sciolto e la mela ammorbidita.

Ho tagliato a rettangoli la pasta sfoglia e l'ho spennellata con latte alle nocciole,ho spalmato la marmellata  di albicocche e su un lato ho adagiato un po' del composto di mela.

Quindi con delicatezza,senza stringerli,li ho arrotolati e spennellati ancora col latte.
Messi in forno caldo a 180° fino a doratura.

Quelli con la Nutella stesso procedimento cambiando naturalmente il ripieno...



                           Vassoietti DINAMIC ITALIA








giovedì 29 settembre 2011

Salsa verde

Dopo vari tentativi per ottenere un'ottima salsa verde ho seguito i consigli di "Giallo zafferano"e finalmente ci sono riuscita.La salsa verde è un'ottima salsa di origine piemontese usata per accompagnare bolliti e soprattutto la lingua di vitello.

Occorrono:
3 filetti d'acciuga
2 spicchi d'aglio
1 cucchiaio di capperi sotto sale
2 cucchiai di aceto bianco
100 gr. di olio extra vergine d'oliva
50 gr. di mollica di pane
120 gr. di prezzemolo
2 tuorli sodi
1 pizzico di zucchero
pepe q.b.

Ho scelto le foglioline piu' piccole del prezzemolo,lavate e asciugate e l'ho tritate con la mezzaluna.
Ho tritato anche le acciughe lavate,i capperi sciacquati e l'aglio.

Ho bagnato la mollica con l'aceto e l'ho strizzata e passata al setaccio.
Ho unito tutti gli ingredienti e ho mescolato bene aggiungendo l'olio,sale,pepe e zucchero.
Quindi ho aggiunto i tuorli d'uovo sodi e schiacciati con una forchetta.
Deve risultare abbastanza liquida e se non si consuma subito si conserva in frigo in un barattolino a chiusura ermetica coperta da un filo d'olio.

martedì 20 settembre 2011

Pollo al curry



Tempo fa sono stata in India e ho mangiato il loro famoso pollo al curry...
ok ok...scherzavo...non ci sono mai stata pero' l'ho mangiato a casa di mio figlio.
Sara,mia nuora l'ha preparato davanti a me e cosi' ho imparato a farlo.
Ho girato nel web e ho constatato che ci sono varie versioni,probabilmente ognuno poi lo modifica secondo i propri gusti,c'è chi lo arricchisce con verdure varie,chi lo insaporisce con lo yogurt greco,,,questa è la versione di Sara:

Per 4 persone:
Un petto di pollo
Una cipolla grande
100 gr. di anacardi(o mandorle)
Un cucchiaino colmo di curry
125 ml di latte di cocco
Cumino ,curcuma (a piacere)
200 gr. di riso Basmati
Sale
Olio extra vergine di oliva
Procedimento:
Tritare la cipolla e farla stufare in un po’ d’olio e acqua,aggiungere le spezie e gli anacardi(o mandorle).
Tagliare a cubetti il petto di pollo e farlo rosolare insieme alle cipolle per almeno 5 minuti,unire il latte di cocco,salare e lasciar cuocere per 15-20 minuti.
Lessare il riso in acqua bollente salata,scolare e metterlo in una terrina o uno stampo a ciambella lasciandolo raffreddare per dargli la forma,sformarlo su un piatto da portata e guarnire col pollo al curry.

giovedì 15 settembre 2011

Peperoni ripieni con carne,patate e scamorza



Ingredienti:
2 peperoni
200 gr. di carne macinata
2 patate di media grossezza
100 gr di scamorza affumicata
2 uova
rosmarino
olio extra vergine di oliva
sale e pepe
pangrattato
Preparazione:
Lavare i peperoni , togliere la calotta ,semi e filamenti e tagliarli a meta’
Lavare, sbucciare e tagliare a cubetti piccole le patate.
Mettere le patate e la carne in una ciotola , aggiungere le uova, il rosmarino  in polvere, un filo di olio, sale e pepe e la scamorza affumicata tagliata a dadini.

Amalgamare bene, cospargere i peperoni con un pizzico di sale,
mettere un filo di olio, e riempire le quattro metà con il composto.
Volendo si possono riempire gli spazi vuoti con patate a fette.

Cospargere con il pangrattato,irrorare di olio ed infornare in forno
già a 200° finchè risultano  ben dorati.

sabato 10 settembre 2011

Torta-cuore dei 7 vasetti

Era da tanto che volevo provare questa torta famosa per la sua friabilita'e da inguaribile romantica quale sono non potevo non darle una forma a cuore!!
Si chiama "dei 7 vasetti"perchè si usa come misurino il vasetto di yogurt,le dosi sono queste:
1 vasetto di yogurt intero magro
2 vasetti di zucchero
2 vasetti di farina 00
1 vasetto di fecola di patate
1 vasetto di olio di semi
3 uova
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci

Ho montato i tuorli con lo zucchero e lo yogurt con lo sbattitore elettrico.
Ho unito la farina e la fecola,quindi il lievito,l'olio.
Ho incorporato con la paletta gli albumi montati a neve con movimenti dal basso verso l'alto per non smontarli.
Ho versato il composto nello stampo a cuore Happyflex e infornato a 160° per mezz'ora.
Ho messo la torta a raffreddare su una gratella,l'ho tagliata aprendola e l'ho farcita con la marmellata di albicocche di Casa Barone

L'ho richiusa e spolverizzata con zucchero a velo.

lunedì 5 settembre 2011

Torta salata allo yogurt farcita al tonno

Questa torta salata l'ho presa dal blog "Nel cuore dei sapori"della mia carissima amica Francy,una dolce ragazza pugliese,andate a farle visita,rimarrete affascinati dalla sua bravura di saper creare ricette con semplicita'!
Questa è una delle tante sue ricette che ho provato,sono gia' quattro volte che la faccio,a casa piace tantissimo!
Io ho variato nel ripieno e stavolta l'ho farcita con tonno e olive.

Per la torta ci vuole(come misurino si usa il vasetto di yogurt)
un vasetto di yogurt bianco intero
3 vasetti di farina 00
1/2 vasetto di olio di semi
3 uova
2 cucchiaini di sale
1 cucchiaino raso di zucchero
1/2 bustina di lievito istantaneo per torte salate
Per il ripieno:
240 gr. di tonno sott'olio ASDOMAR
150 ml. di maionese
100 gr. di olive verdi denocciolate

E prepariamo cosi':
Sbattiamo le uova con lo yogurt,aggiungiamo l'olio,sale,zucchero,farina e lievito.
Versiamo il composto in una tortiera ,io ho usato lo stampo in silicone Happyflex
Livelliamo bene e inforniamo a 180°per 25-30 minuti.
Quando è diventata di un bel colore dorato la mettiamo a raffreddare su una gratella.
Tovaglietta GreenGate  
 Una volta fredda la tagliamo a meta' e la farciamo con un composto ottenuto frullando il tonno con la maionese e la meta' delle olive,poi sopra decoriamo con altre olive tagliate a rondelle.


Poi ricopriamo con l'altro disco,premiamo con le mani e la mettiamo in frigorifero fino al momento di servire.












martedì 30 agosto 2011

Pancarre' Tang -Zhong

Tovaglietta e bicchiere GreenGate
Ho trovato questa ricetta nel web,ho selezionato un paio di siti e amalgamandoli tra loro è uscito questo pancarrè che vi consiglio di provare,di una morbidezza disarmante,dicevano che si puo’ mantenere morbido 2-3 giorni,io non lo so perché è stato spazzolato in fretta!!

Per il tang zhong sbirciate qua


Per l’impasto:
480 gr. di farina Manitoba ( Molini Rosignoli )
130 ml. di acqua
120 ml. di latte
40 ml. di olio di semi
20 gr. di zucchero
½ cubetto di lievito di birra
8 gr. di sale fino
130 gr. di tang zhong (ovvero tutto quello preparato)

Sciogliamo il lievito nell’acqua leggermente intiepidita,aggiungiamo il latte e tutti gli altri ingredienti,tranne l’olio.Impastiamo bene fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.Aggiungiamo l’olio in due riprese e continuiamo a impastare.Formiamo una palla e lasciamo riposare mezz’ora.
Stendiamo col mattarello
e lo pieghiamo  a fazzoletto
Stendiamolo di nuovo in una sfoglia rettangolare,
arrotoliamo formando un cilindro
e lo mettiamo nello stampo da plumcake
Lasciamo lievitare fino a raddoppio
e inforniamo a 180° per 30 minuti.

 Ed alcune fette le ho servite cosi':spalmate con la Bruschetta di olive e ciliegino Agromonte
Con questa ricetta partecipo al Contest di Francy del blog"La dolce vita"

lunedì 29 agosto 2011

Tang zhong

Il tang zhong è una tecnica cinese, che risale a molti secoli fa, con cui la popolazione preparava gli spaghetti e la pasta per gli involtini, successivamente trasferita anche nella preparazione del pane che risulta essere molto più soffice e profumato. E', in pratica, un mix di una parte di farina e cinque parti d’acqua che portato a 65°C diventa un composto denso e traslucido.Questo trattamento dovrebbe permettere alla pasta di assorbire piu’ liquido a causa della gelatizzazione dell’amido nella farina rendendo il prodotto finale piu’ morbido e piu’ duraturo. E con questo composto ho in programma domani di preparare un pancarrè...vedremo come va!!

Intanto andiamo in cucina…

Per il tang zhong:
125 gr.di acqua
25 gr. di farina

Mettiamo i 25 gr. di farina in un pentolino e aggiungiamo piano piano l’acqua mescolando bene.Mettiamo il pentolino sul fornello  continuando a girare un paio di minuti,fino a che l’impasto raggiunge i 65°,per chi ha il termometro,per chi come me ne è sprovvista niente paura,si capisce perché diventa gelatinoso.Spegnere e mettiamo in una ciotolina coperto con la pellicola bucherellata con uno stuzzicadenti e la lasciamo raffreddare.Si puo’ conservare in frigo tre giorni,non di piu’!

sabato 20 agosto 2011

Melanzane ripiene col riso


Per 4 persone:
4 melanzane del tipo lungo
200 gr. di riso Arborio “La Pila”
200 gr. di carne macinata
100 gr. di mortadella
1 passata di pomodoro Mutti
1 uovo
200 gr. di formaggio grana grattugiato
Olio extra vergine di oliva
Un pugno di mollica di pane raffermo bagnata nel latte
Cipolla,aglio e prezzemolo
Per questa squisita pietanza ci sono varie fasi di preparazione,alcune delle quali si possono preparare in anticipo,come il sugo,le polpette e la frittura delle melanzane.
Per il sugo:
In una casseruola soffriggere in un po’ d’olio mezza cipolla affettata finemente,unire la passata di pomodoro,salare,aggiungere un bel mazzo di basilico e lasciar cuocere per mezz’ora.
Per le polpettine:
In una terrina mettere la carne macinata,la mollica di pane bagnata nel latte e strizzata,l’uovo,il sale,l’aglio,il prezzemolo e due cucchiai di grana grattugiato,amalgamare tutto e formare delle polpettine piccole piccole,come una ciliegia,per intenderci,che andremo a cuocere in olio d’oliva e le mettiamo da parte.

Per la frittura delle melanzane:
Tagliamo le melanzane a meta’ nel senso della lunghezza e le scaviamo con un coltellino per togliere la polpa ed ottenere delle barchette.In una padella mettiamo olio per friggere e cuociamo le melanzane che poi mettiamo a scolare dall’olio in eccesso su carta assorbente.

La polpa che abbiamo scavato la tritiamo grossolanamente e la lasciamo cuocere nella stessa padella con uno spicchio d’aglio,che poi toglieremo,saliamo e quando è cotta la trasferiamo in una terrina.


Adesso possiamo cuocere il riso,lo scoliamo e lo mettiamo in un capace recipiente a raffreddare.
A questo punto passiamo ad amalgamare tutti gli ingredienti per il ripieno:
condiamo il riso con il sugo,lasciandone un po’ per la teglia,uniamo la polpa delle melanzane,le polpettine,il formaggio grattugiato,lasciando un po’ anche di questo per la parte finale in teglia,la mortadella tritata.
In una teglia da forno versiamo un po’ di sugo a ricoprirne il fondo,prendiamo le barchette di melanzane,le riempiamo col composto e le disponiamo nella teglia,una affianco all’altra,le copriamo con un po’ di sugo e formaggio grattugiato.

Inforniamo a 200° fino a doratura,circa 30-40 minuti…si gustano meglio se lasciate intiepidire.



martedì 16 agosto 2011

Clafoutis di pesche

E' stato cosi' gradito il clafoutis di ciliege che ho voluto riproporlo,ma con le pesche...buonissimoooo!!!

Ingredienti:
200 ml. di latte
100 gr. di zucchero
3 uova
120 gr. di farina ( per dolci e sfoglie Molini Rosignoli)
30 gr. di burro fuso
4 pesche
zucchero a velo per spolverare


Accendere il forno a 240°.
Con lo sbattitore elettrico montare le uova con lo zucchero,unire la farina facendo attenzione a non formare grumi e aggiungere il burro.Incorporare lentamente il latte freddo,imburrare uno stampo e coprire il fondo con le pesche lavate,sbucciate e tagliate a fette,versare sopra il composto e infornare per una mezz'ora o comunque fino a che la torta è bella rappresa,compatta e soda.Spolverare di zucchero a velo.

venerdì 12 agosto 2011

Verdure a volonta'!



D'estate mi piace accendere il barbecue e preparare vari tipi di verdure grigliate...per una cenetta in giardino una sera ho servito questo:
frittelle di fiori di zucca
peperoni arrostiti
melanzane grigliate
funghi champignon
Per le frittelle coi fiori di zucca ho fatto cosi':
In una ciotola ho messo 100 gr.di acqua tiepida in cui ho sciolto mezzo cubetto di lievito di birra con un pizzico di zucchero,ho unito circa 300 gr. di farina manitoba e ho sbattuto ben bene l'impasto ,salato e continuato a lavorare fino ad ottenere una pastella liscia e omogenea a cui ho amalgamato una ventina di fiori di zucca puliti e asciutti e spezzati con le mani,coperto con un panno pulito e lasciato lievitare un'ora ,dopodichè prelevare la pastella a cucchiaiate e friggere in abbondante olio fino a doratura e messe le frittelle ad asciugare su carta cucina.



Per i peperoni :
li ho puliti con un panno e messi sulla griglia ad abbrustolire,quindi messi in un sacchetto carta o quelli per congelare ,chiuso e lasciati raffreddare,in questo modo si spellano piu' facilmente,tagliati a listarelle e conditi con olio,sale,aglio,prezzemolo e limone.


Per le melanzane :
le ho tagliate a fette e le ho grigliate senza passarle col sale,disposte in un piatto e condite con olio,sale,aglio,aceto,prezzemolo e peperoncino.


Per i funghi champignon:
li ho puliti,tolto il gambo,messi sulla griglia con la parte concava rivolta verso il basso,quando sono cotti sotto li ho girati e farciti con un composto di prezzemolo,aglio,sale,olio e lasciati cuocere.

 

blogger templates | Make Money Online